Le indicazioni per il Filler

L'acido ialuronico è un componente fondamentale del derma cutaneo, si tratta di un glicosaminoglicano, ovvero una molecola formata da lunghe catene non ramificate di unità disaccaridiche.

Legandosi a moltissime molecole d'acqua, l'acido ialuronico conferisce idratazione, elasticità e morbidezza ai tessuti, proteggendoli nel contempo da sollecitazioni eccessive.

La concentrazione di acido ialuronico nel tessuto connettivo della pelle si riduce gradualmente con il passare degli anni rendendo la pelle del viso meno elastica e meno idratata rispetto alle pelli giovanili con la formazione di rughe sottili e profonde.

Il filler all’acido ialuronico permette di contrastare in modo naturale questo processo fisiologico di invecchiamento cutaneo riducendo e prevenendo le rughe e gli altri inestetismi della pelle.

  • L’utilizzo di un filler all'acido ialuronico trova indicazione per il trattamento delle seguenti condizioni:
  • Correzione delle rughe di invecchiamento cutaneo, delle rughe d'espressione,delle rughe peri-oculari o “zampe di gallina” , delle rughe glabellari , ecc;
  • Correzione delle pieghe naso-geniene e labiali;
  • Ridare volume alle labbra sottili;
  • Volumizzare gli zigomi e la regione malare;
  • Rimodellamento del profilo del viso;
  • Correzione di esiti cicatriziali da acne, post-traumatici/chirurgici, ecc.
eleuteri-prima-1eleuteri-dopo-1

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cliccando su "accetta" acconsenti all'uso dei cookie, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nel riquadro in basso.

Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Privacy Policy
Verifica se hai accettato la nostra privacy policy.
Facebook
Usiamo Facebook per tracciare connessioni ai canali dei social media.